Lussemburgo

Luxembourg (Wikimedia)Nel 2008, il Gran Ducato del Lussemburgo a intrapreso una riforma del suo sistema di formazione per facilitare l’integrazione dei giovani nella via economica e sociale, grazie à migliori qualifiche. L’obbiettivo è di prevenire l’esclusione scolastica, lottare contro il disimpegno scolastico e le sue conseguenze. I risultati di questa riforma sono già percettibili: nel 2003, la percentuale di alunni che abbandonavano la scuola era del 17,2%. Nel 2009-2010, era calato al 9%.

Questo sistema riformato si basa su tre assi:

  • Un approccio fondato sulle competenze: la formazione professionale è passata da un insegnamento essenzialmente basato sui contenuti delle materie insegnate a scuola a un insegnamento fondato sullo sviluppo delle competenze (sapere, sapere-fare, sapere-essere) necessarie per l’esercizio di un mestiere,
  • Il sistema modulare: ogni formazione professionale è strutturata in varie unità capitalizzabili (qualifiche parziali).
    Questa organizzazione permette di stabilire dei legami e di creare dei ponti tra le diverse formazioni. Permette anche di ridare degli esami nel caso di un insuccesso a un modulo, senza dovere ripetere l’intero anno,
  • Il partnership rafforzato tra la formazione in ambito scolastico e la formazione in ambito professionale per poter adattare meglio gli insegnamenti alle esigenze di situazioni professionali reali.

L’apprendistato è uno degli elementi principali della formazione professionale nel secondario. La riforma professionale del 2008 ha rafforzato i legami con il mercato del lavoro.

I legami tra il Lussemburgo e i paesi frontalieri sono forti. È un paese multilingue che detiene un tasso elevato di cittadini stranieri con una lingua materna che non è quella del paese (tedesco, francese…). Questa diversità linguistica ha un forte impatto sulla formazione professionale. Il Lussemburgo è quindi il paese nel quale più lingue straniere sono insegnate in queste formazioni, tanto per la loro diversità che per il tempo passato a studiarle.

 

Il sistema lussemburghese – 2014

 

Il sistema lussemburghese (© Onisep / Elise Veteau)

 

Lessico dei termini per lo schema

 

La formazione professionale in Lussemburgo

 

L’insegnamento secondario

Alla fine del 6o anno degli studi primari, gli alunni hanno la possibilità di scegliere due orientamenti diversi:

  • L’insegnamento secondario che prepara agli studi superiori e universitari.
  • L’insegnamento secondario tecnico, che prepara alla vita professionale. Esso comprende tre indirizzi:
    – L’indirizzo tecnico, per certe professioni nel campo sociale e della salute, sancito da un « diploma di fine degli studi tecnici »,
    – L’indirizzo della formazione di tecnico, che conferisce un diploma di tecnico (DT),
    – L’indirizzo professionale, che conferisce o un certificato di capacità professionale (CCP) o un diploma di attitudine professionale (DAP).

Le formazioni nelle aziende possono assumere due forme diverse:

  • Il contratto di tirocinio con sia una formazione in un’azienda che una formazione in un liceo tecnico.
  • Lo Stage: la maggior parte della formazione si svolge a scuola. Essa viene completata da 12 settimane di stage in un’azienda.

Per dare agli studenti le migliori possibilità sul mercato del lavoro, il ministero dell’educazione vuole estendere l’offerta di apprendistato nella formazione professionale e nei programmi tecnologici.

L’insegnamento superiore

Esistono anche delle formazioni professionalizzanti al livello dell’insegnamento superiore, come il brevetto di tecnico superiore (BTS) o certe formazioni al livello dell’Università del Lussemburgo.

Il brevetto di padronanza di un mestiere (« brevet de maîtrise ») è una qualifica necessaria per diventare lavoratore indipendente in vari mestieri e per poter formare degli apprendisti. Ciò riguarda le professioni che dipendono dalla Camera dei Mestieri.

 

L’apprendistato

Il contratto di apprendistato con una formazione in una ditta e una formazione in un liceo tecnico permette tra l’altro di preparare il Diploma di attitudine  (DAP).

Gli studenti hanno l’opportunità di seguire un apprendistato transfrontaliero per acquisire le qualificazioni che il sistema educativo del Lussemburgo non gli può offrire. Questa formula permette anche alle aziende del paese di disporre di un vivaio di apprendisti provenienti dai paesi frontalieri.

L’apprendistato fatto in un’azienda lussemburghese può essere combinato con un insegnamento in un paese vicino.

Cifre chiave

  • Diplomi dell’insegnamento secondario tecnico nel 2013: diplomi di fine di studi secondari tecnici: 36%, diplomi di tecnici: 23%, certificati professionali: 41%. (Ministère de l’éducation – 2014)
  • In Lussemburgo, il tasso di occupazione dei 25-64 anni è più elevato della media europea: il 76% contro il 73%. (OECD – 2016)

Ultimo aggiornamento : 19/06/2018

Per saperne di più

Il sistema di educazione e di formazione in Lussemburgo (Eurypedia)

Il sistema di formazione professionale in Lussemburgo

I diversi mestieri e le formazioni corrispondenti (schede descrittive, video, ecc.)

Un’iniziativa destinata ai giovani e sostenuta dai ministeri, dagli istituti scolastici e dalle aziende « Girls’ DayBoys’ Day » per scoprire mestieri e professioni atipiche.

Camera dei mestieri del Lussemburgo : opuscolo di presentazione dei mestieri artigianali

Informazioni sul tirocinio nei mestieri artigianali

Camera di commercio / Luxembourg School of Commerce : informazioni sul tirocinio e volantini sulle professioni del commercio e dell’industria

EURES (Il portale europeo della mobilità professionale) : Vita e lavoro in Lussemburgo