Irlanda

Eire (Wikimedia)Negli anni 90, l’Irlanda ha cominciato un’importante riforma del suo sistema educativo. Ha iscritto l’accesso all’educazione per tutti nella legge. D’ora in poi, ognuno ha il diritto, che sia giovane o adulto, disoccupato o lavoratore, a una seconda opportunità di formazione.

L’Irlanda ha realizzato un quadro di certificazioni professionali e generali.

È riuscita a mobilizzare i datori di lavoro e le parti sociali, per definire tra l’altro delle norme di qualità per la formazione e per facilitare il riconoscimento delle qualifiche e delle conoscenze acquisite.

Tra le innovazioni introdotte nel suo sistema educative, citiamo la Transition year e il programma del leaving certificate vocational programme (LCPV).

In Irlanda, l’insegnamento e la formazione professionali possono dipendere dall’insegnamento post-secondario non terziario o dall’educazione e dalla formazione delle seconde possibilità.

I programmi dell’insegnamento e della formazione professionali possono essere generalisti, professionali, fatti in apprendistato e conducono a varie qualificazioni e livelli.

Le persone alle quali si rivolgono sono i giovani che hanno recentemente completato gli studi secondari, gli adulti in apprendistato, i giovani in situazione di abbandono scolastico, i disoccupati, i richiedenti asilo e gli apprendisti con bisogni specifici.

Il sistema Irlandese – 2013

 

Il sistema Irlandese (© Onisep / Elise Veteau)

 

Lessico dei termini per lo schema

 

La formazione professionale in Irlanda

 

L’insegnamento secondario

In Irlanda, la scuola dell’obbligo dura dai 6 ai 16 anni.
L’insegnamento secondario comincia all’età di 12 ani. Comprende un junior cycle di una durata di tre anni, sancito da un certificato di fine degli studi del secondario di primo grado (Junior certificate),  e seguito da un anno facoltativo di transizione (Transition year) per quelli che lo desiderano.

La Transition year, è un anno che non è né obbligatorio, né sancito da un esame. I giovani hanno la possibilità di sperimentare materie diverse, di fare teatro, dei viaggi, uno stage in un’azienda, ecc. L’obbiettivo di quell’anno è di permettere agli alunni di guadagnare in maturità e autonomia, di aprirsi sul mondo, di acquisire tutte le esperienze necessarie al loro orientamento professionale.

A questo stadio,  gli alunni possono sceglier una delle tre formazioni del senior cycle per passere il certificato di fine degli studi del secondario superiore (Leaving certificate) che equivale alla maturità.

  • Una di queste formazioni è classica, e permette di accedere all’insegnamento superiore.
  • La seconda prepara al certificato professionale di fine degli studi del secondario superiore (LCVP – Leaving certificate vocational programme). Essa lascia più spazio alle materie professionali . Il LCPV permette di accedere all’insegnamento superiore. Sono stati introdotti due moduli obbligatori : lo sviluppo dello spirito aziendale e la preparazione al mondo del lavoro. L’obbiettivo di questo programma è di permettere all’alunno di sviluppare le sue competenze nel campi della comunicazione, della ricerca documentaria, della redazione di resoconti e del lavoro in gruppo.
  • La terza prepara al certificato applicato di fine degli studi del secondario superiore (LCA  Leaving certificate applied). È destinata ai giovani che non desiderano iscriversi direttamente nell’insegnamento superiore. Gli alunni titolari del LCA possono preparare il post-leaving certificate, che permette di integrare l’insegnamento superiore tecnico.

 

L’insegnamento superiore

Per quel che riguarda l’insegnamento superiore, gli istituti di tecnologia (Institutes of technology) preparano dei certificati e diplomi in 2 anni (Higher certificate) o in 3 anni (Ordinary degree), o anche in 4 anni per i  Higher Degrees, che hanno una vocazione tecnica.
Le università possono anche preparare dei Honours bachelor degrees e dei masters a finalità professionale.

La formazione professionale ha luogo nei centri di formazione, nelle scuole medie o superiori, viene rilasciata da consiglieri di educazione e di formazione.

I corsi della formazione professionale nel sistema dell’insegnamento superiore hanno principalmente luogo negli istituti di tecnologia. La maggior parte delle formazioni si fa con un apprendistato, uno stage o con una forma specifica (per i disoccupati). Alcuni corsi, che permettono di accedere al certificato di fine studio, sono anche considerati come delle formazioni professionali a sé stanti.

L’apprendistato

In Irlanda, l’apprendistato sta cambiando ; fino a adesso era molto ridotto, soltanto 25 formazioni di questo tipo erano proposte dalla FÁS, che sarà entro poco sostituita da Solas… Gli apprendisti sono reclutati, impiegati da aziende e ricevono una compensazione. Devono avere almeno 16 anni e essere titolari del Junior certificate. Questa formazione dura almeno quattro anni. È sancita dal brevetto nazionale di attitudine professionale (National craft certificate).

Una delle particolarità del tirocinio irlandese è di essere « fondato su delle norme » : I giovani di più di 16 anni possono partecipare al programma nazionale Traineeships (« Stage di formazione »), un sistema duale di formazione professionale qualificante, creato dalle parti sociali per rispondere ai bisogni dell’economia locale. Dà delle qualifiche riconosciute dagli organismi professionali qualificati.

In Irlanda, gli apprendisti sono considerati come facenti parte della popolazione attiva e sono, di conseguenza, pagati. Firmano un contratto con il loro datore di lavoro e hanno uno statuto giuridico, dei diritti e delle responsabilità simili a quelli dei loro impiegati.

Attualmente, la maggior parte degli apprendisti segue una formazione nel campo dell’elettricità e della falegnameria. Tuttavia, è stato deciso di estendere l’apprendistato ad altri settori economici.

Un nuovo piano governativo ha previsto di aumentare il numero di persone che partecipano ai programmi di apprendistato e di formazione, per rispondere alla crescita economica del paese. Il piano di azione per l’educazione mira a creare 100 nuovi programmi di apprendistato e 50 nuovi programmi di stage per il 2020. Prevede anche di allargare l’accesso all’esperienza professionale per gli studenti di livello superiore.
In Irlanda, gli stagisti non sono considerati come degli impiegati; di conseguenza, al contrario degli apprendisti, ricevono un’indennità piuttosto che uno stipendio e non pagano un’assicurazione-impiego.

Gli stage coprono in genere le professioni di parrucchiere e i servizi di custodia dei bambini.

 

Cifre chiave

  • Nel 2012, il 9,7% degli Irlandesi dai 18 ai 24 anni ha abbandonato prematuramente il sistema di insegnamento e di formazione (la media dell’Unione europea era del 12,8 %). (Eurostat / Europa.eu – 2013)
  • Il tasso di occupazione dei giovani dai 20 ai 64 anni è del 70,3% in Irlanda. (CEDEFOP – 2017)
  • Il tasso di disoccupazione irlandese è scemato nel febbraio del 2018, passando dal 7,3% (nel 2017) al 6%. (tradingeconomics – 2018)

Ultimo aggiornamento :  18/06/2018

Per saperne di più

Il sistema di educazione e di formazione in Irlanda (Eurypedia)

IVEA – Associazione irlandese per l’insegnamento professionale (Irish Vocational Education Association)

NQAI – Autorità nazionale delle qualifiche (National Qualifications Authority of Ireland)

Ministero dell’Educazione e delle Scienze (Department of Education and Science)

CAO – portale per l’ammissione all’insegnamento superiore.

Ministero delle Aziende, del Commercio e del Lavoro (Department of Enterprise, Trade and Employment)

FÁS – Autorità nazionale della formazione e del lavoro (ex organizzazione)

SOLAS – Nuovo organismo che si occupa dell’apprendistato 

Careerlist – vi si trova una lista descrittiva dei mestieri.

IBEC – Confederazione irlandese delle aziende e del  padronato (Irish Business and Employers Confederation)

EURES (Il portale europeo della mobilità professionale) : Vita e lavoro in Irlanda