Cipro

CiproPer affrontare la recessione economica che ha duramente colpito i giovani, l’isola di Cipro ha preso delle misure specifiche per quello che riguarda l’insegnamento e la formazione professionale.

In primo luogo, ha deciso di aiutare finanziariamente le aziende che avrebbero assunto degli apprendisti. Ha organizzato, con la partecipazione delle parti sociali, un sistema di New Modern Apprenticeship – NMA (Nuovo apprendistato moderno) che modifica i dispositivi e i processi di apprendistato. Il NMA sarà pienamente operativo nel 2014. L’altra importante innovazione riguarda l’introduzione della mobilità degli alunni tra i diversi indirizzi del secondario superiore, compreso tra insegnamento generale e insegnamento secondario superiore professionale e tecnico (STVE).

I programmi sono stati rivisti e il numero di specializzazioni proposte nell’ambito della formazione professionale e tecnica è stato ridotto a vantaggio dell’acquisizione di competenze chiave, necessarie per diventare più competitivi sul mercato del lavoro.

 

Il sistema cipriota – 2013

 

Il sistema cipriota (© Onisep / Elise Veteau)

 

Lessico dei termini per lo schema

 

La formazione professionale a Cipro

 

La scuola dell’obbligo dura 9 anni, e comprende l’insegnamento primario, dai 6 ai 12 anni e l’insegnamento secondario di primo grado in un Gymnasia ( Insegnamento secondario generale di primo grado), fino ai 15 anni.

 

L’insegnamento secondario

Alla fine di questo ciclo, gli alunni ricevono un certificato di fine degli studi. Dopo i 15 anni, gli alunni possono, se hanno ottenuto il certificato:

  • Preparare un diploma di studi generali in un liceo (il 87,3% nel 2011)
  • Orientarsi verso una scuola tecnica che propone due tipi di formazione: una tecnica e una professionale. La maggior parte degli alunni (il 76% nel 2002-2003), sceglie la formazione professionale, che comprende un giorno a settimana in un’azienda, durante il 3o anno. La percentuale degli alunni che seguono un insegnamento tecnico o professionale è una delle più basse d’Europa

L’insegnamento secondario superiore si conclude in tre anni con il conseguimento di un School leaving certificat (Apolytirio).

 

L’insegnamento superiore

L’insegnamento e la formazione professionale di livello post-secondario saranno proposti a partire dall’anno scolastico 2012-2013 negli istituti post-secondari. Al livello superiore non universitario, saranno tenuti in quattro istituti / Colleges pubblici e in vari istituti privati.

 

L’apprendistato

Il nuovo apprendistato (NMA) si rivolge ai giovani dai 14 ai 25 anni e si articola su tre livelli (preparatorio, di base e post-secondario); esso sarà collegato al sistema nazionale delle certificazioni professionali. Il suo contenuto è stato elaborato con la partecipazione delle parti sociali. Queste ultime sono implicate anche nello sviluppo delle certificazioni professionali.

 

Cifre chiave

  • La percentuale dei giovani usciti prematuramente dal sistema scolastico ha registrato una diminuzione. È passata dal 20,6% nel 2004 al 11,2% nel 2011. (CEDEFOP – 2012)
  • Durante lo stesso periodo, la percentuale dei giovani dai 20 ai 24 anni che hanno finito almeno il ciclo secondario superiore è passata dal 77,6% al 87,6%. (Eurostat – 2012)
  • I giovani sono stati particolarmente toccati dalla crisi. Il tasso di disoccupazione dei meno di 25 anni è aumentato tra il 2012 e il 2013, passando dal 28,1% al 38,6%. (Eurostat – 2013)
  • Il 20,7% degli uomini e il 4,3% delle donne del secondo ciclo dell’insegnamento secondario sono inscritti alla formazione professionale net 2011. (Eurostat – 2012)

 Ultimo aggiornamento : 29/10/2013