Austria

Salzburg (Wikimedia)« In Austria, riassume il ministro federale dell’Educazione, nessuna formazione conduce a un vicolo cieco ».

La formazione professionale gode di una grande popolarità presso i giovani: quasi l’80% degli studenti di una fascia d’età sceglie questo tipo di formazione alla fine della scuola dell’obbligo. La sua specificità risiede nell’associare un insegnamento generale, una formazione professionale e una formazione pratica per i 14-19enni. I percorsi di formazione sono diversificati e permeabili tra loro, esistono sempre dei ponti verso dei diplomi di livello superiore, e talvolta persino universitari.

 

Il sistema austriaco – 2012

 

Il sistema austriaco (© Onisep / Elise Veteau)

 

Lessico dei termini per lo schema

 

La formazione professionale in Austria

 

L’insegnamento secondario

Una delle caratteristiche fondamentali del sistema austriaco è quella di proporre agli alunni di 10 anni, sin dall’inizio quindi del primo ciclo della scuola media, la scelta tra due diversi orientamenti:

  • La Hauptschule (HS), scuola media di primo ciclo, che prepara alla scoperta della vita professionale. Il 70 % degli alunni scelgono la HS,
  • LAllgemein bildende höhere Schule (AHS), la scuola media di insegnamento generale,
  • La Neue Mittelschule, un concetto di scuola che offre sia gli insegnamenti dell’AHSche quelli dellaHauptschule.

 

Alla fine della scuola dell’obbligo (14 anni), che corrisponde al primo anno del secondo ciclo, si rafforza la differenziazione del sistema scolastico. Quattro tipi di formazione sono proposti agli alunni, tre dei quali permettono una formazione professionale. Ciò ben dimostra l’importanza datale in Austria.

  • l’insegnamento generale secondario (liceo), sancito dalla maturità (Reifeprüfung, chiamato anche Matura), che permette agli alunni di accedere a degli studi post-secondari o all’università,
  • l’insegnamento professionale secondario lungo (Berufsbildend höheren Schulen ou BHS): che dura cinque anni, e che permette anch’esso di accedere all’università (per esempio gli istituti tecnici e commerciali). Questa formazione conferisce due diplomi Reife und Diplomprüfung ( maturità generale e diploma professionale),
  • l’insegnamento professionale medio (Berufsbildenden mittleren Schulen ou BMS): seguito a tempo pieno per tre o quattro anni ( per esempio le scuole tecniche e commerciali specializzate), non dà accesso all’insegnamento superiore, ma permette di esercitare un’attività professionale immediatamente dopo il conseguimento dell’esame finale,
  • l’insegnamento professionale in alternanza (PolytechnischeSchule et Berufsschule): ciclo composto da un anno in una scuola politecnica, seguito da tre anni di tirocinio dove l’80% del tempo viene passato in una ditta.

 

L’insegnamento superiore

Dopo la maturità, le Fachhochschulen (FHS) propongono una formazione di livello universitario con uno stage professionale per le attività come la gestione o il turismo. Le FHS sono accessibili ai titolari della maturità Reifeprüfung e alle persone che possiedono delle qualifiche professionali nello stesso campo degli studi ambiti. Le FHS rilasciano dei diplomi di bachelor e di master.

 

L’apprendistato

Il tirocinio è molto diffuso. Permette una formazione in alternanza, in un’azienda (l’80% del tempo) e in una scuola professionale Berufsschule (il 20% del tempo), nell’ambito del sistema duale di formazione professionale che dura circa due anni. Copre 260 professioni. L’esame dato alla fine del tirocinio apre la strada verso l’esame di “Padronanza” (Meisterprüfung) nello stesso settore o nel Berusreifeprüfung, condizione essenziale per proseguire negli studi superiori.

Il dispositivo Jugend am Werk permette a tutti i giovani che non hanno trovato un tirocinio in una ditta di lavorare in un centro dedicato all’apprendistato.

 

Cifre chiave

  • Circa l’80 % dei giovani nel 10° anno scolastico si orienta verso un indirizzo professionale. Tra di loro, circa il 46% fa un tirocinio, il 15% segue un BMS (Insegnamento professionale corto) e il 27% un BHS (Insegnamento professionale lungo). Circa il 5% non prosegue la formazione dopo la scuola dell’obbligo.
  • Il forte interesse suscitato dalla formazione professionale permette in gran parte di spiegare il fatto che l’Austria sia l’uno dei paesi europei con il più basso tasso di disoccupazione dei 15-24 anni (9,5% contro 18,7% per la media europea).

 Ultimo aggiornamento : 24/03/2015