Volontariato all’estero

Qualunque sia la vostra età, il vostro diploma, il vostro livello linguistico… è possibile trovare una formula di volontariato all’estero se siete motivati e dinamici.

I benefici tratti da questa esperienza sono numerosi: permette di migliorare la padronanza di una lingua straniera, di acquisire nuove competenze, nuove esperienze di vita, incontri, di creare una rete amicale e professionale. Alcune di queste esperienze possono essere convalidate con delle attestazioni. In breve… vi permettono di arricchire il vostro curriculum!

 

 

Il servizio volontario europeo (SVE)

 

Vi piacerebbe sentirvi utili, potere aiutare un’associazione o delle organizzazioni di pubblica utilità e, allo stesso tempo, vivere un’esperienza lontano da casa, in un ambiente e una lingua che non conoscete. Il servizio volontario europeo è un’azione del Programma europeo « gioventù in azione » che permette di vivere un’esperienza civica in Europa, ma anche nel resto del mondo.

Per chi ? I giovani dai 13 ai 30 anni.

Come ? Trovare un organismo di invio vicino a casa.

Per quanto tempo ? dai 2 ai 12 mesi.

A quali condizioni ? Nessun diploma o livello linguistico sono richiesti.

In pratica : il volontario riceve un po’ di soldi. Le spese di trasporto, la sua accoglienza, l’alloggio e la protezione sociale sono prese a carico dall’organismo che lo accoglie. Può seguire gratuitamente dei corsi di lingua.

E una volta tornati ? Il Youth Pass convalida le competenze acquisite durante quest’esperienza.

Per quale tipo di progetto ? Progetto ecologico, culturale, lotta contro il razzismo, uguaglianza delle possibilità… consultate il database della Commissione europea per avere delle idee e degli esempi.

 

Consiglio

Informatevi e fate le pratiche richieste abbastanza presto :ci vogliono almeno 6 mesi tra il momento in cui le cominciate e la partenza.

Registratevi su Youthnetwork per trovare una struttura di accoglienza in Europa.

 

Gli indirizzi utili
“Andate ! ”
“Mi ha permesso, personalmente di aprirmi, e professionalmente di acquisire un anno di esperienza

 

Il Volontariato Internazionale in Impresa – VIE

 

Il V.I.E., Volontariato Internazionale in Impresa, è un programma francese di mobilità internazionale in impresa destinato ai giovani professionisti in età compresa tra i 18 e i 28 anni, aperto ai candidati dell’Unione europea.

Essere Volontario Internazionale significa partire all’estero per una missione professionale, retribuita, per una durata compresa tra 6 e 24 mesi, usufruendo di uno status pubblico protetto.

Destinato principalmente agli studenti, ai giovani diplomati o alla ricerca di un lavoro in età compresa tra i 18 e i 28 anni, il Volontariato Internazionale è un’esperienza professionale unica che ti arricchisce, autentico trampolino di lancio per una carriera internazionale.

Sono interessati tutti i settori: finanza, marketing, commercio internazionale, controllo gestionale, contabilità, meccanica, elettronica, telecomunicazioni, informatica, edilizia, agronomia, turismo, diritto, risorse umane, ecc.

Grandi gruppi internazionali, così come PMI, propongono offerte di missione sul sito CIVIWEB. Tutte le imprese che dispongono di una struttura giuridica in Francia sono ammissibili al dispositivo V.I.E.

Il Volontariato Internazionale non è gratuito, poiché i VI percepiscono mensilmente un’indennità forfetaria variabile a seconda del paese di assegnazione, ma indipendente dal livello di qualifica.

 

 

Il Volontariato Internazionale – VI

 

Il volontariato internazionale (VI) vi offre la possibilità di partire in un paese in via di sviluppo per un’azione umanitaria o per una missione di cooperazione allo sviluppo. I tre principali campi di azione sono il sociale e l’infanzia (28%), l’insegnamento e la formazione (24%), la salute, la nutrizione e l’attrezzatura (21%).

Per chi ? Tutti i maggiorenni senza attività professionale, pronti a dedicarsi a questo progetto a tempo pieno.

Per quanto tempo? Ogni contratto è limitato a 2 anni. Non è possibile cumulare più di 6 anni di VI.

A quali condizioni ? Le missioni vengono necessariamente effettuate presso associazioni internazionali riconosciute dal ministro degli affari esteri. La legge prevede una preparazione prima della partenza e un accompagnamento durante la missione.

In pratica : Il risarcimento versato al volontario è compreso tra 100 € e 676 €. Ad esso, si aggiungono dei vantaggi in natura ( trasporto, alloggio, cibo) e un risarcimento supplementare (variabile a seconda dei paesi) legato alla destinazione all’estero.

Il VI beneficia di una copertura sociale.

E dopo ? Un appoggio sociale e professionale è previsto al ritorno. Talvolta, quest’esperienza può essere presa in considerazione  tramite la validazione delle esperienze acquisite. Questa misura permette di trasformare l’esperienza acquisita durante la missione in un diploma (validazione totale o parziale del diploma, a seconda dei casi).

 

Consigli

Attenzione ai preconcetti e ai cliché sul volontariato. Informatevi bene e preparatevi alla partenza se non volete rimanere delusi. Capire le necessità economiche, sociali, culturali del paese di destinazione permette di avere un contatto migliore con la popolazione e di agire con più efficacia.

Pensate alle vaccinazioni (febbre gialla, tifoide, rabbia, ecc.) quando la vostra candidatura viene accettata. Pensate anche a procurarvi un libretto di vaccinazioni internazionali, sul quale figureranno le vaccinazioni effettuate.

 

Gli indirizzi utili
Alix : il mio VI a Madagascar

 

I campi di lavoro umanitari

 

Sono proposti da numerose associazioni di gioventù e di educazione popolare… Questi campi permettono la costruzione di infrastrutture educative, sanitarie e sociali, l’organizzazione di operazioni di rimboschimento, ecc. Al di là dell’azione programmata, hanno per vocazione di favoreggiare gli incontri e gli scambi con i giovani del paese di accoglienza.

La preparazione di questo incontro interculturale, sia per quelli che arrivano che per quelli che gli accolgono, è uno degli elementi chiave del buon esito di un campo.

Iniziativa collettiva e non individuale : dai 6 ai 10 giovani (in genere).

Per chi ? Dei giovani dai 15 ai 25 anni, con o senza competenze professionali specifiche.

Per quanto tempo? Da 2 settimane a un mese, essenzialmente in Senegal, Benin, Burkina Faso, Marocco… Alcuni campi si svolgono in Europa dell’Est o in America latina.

Per quali missioni ? Dei progetti di riabilitazione  o di sviluppo portati avanti da associazioni del Nord o associati del Sud. Essi si focalizzano sull’educazione (es: costruzione o riabilitazione di aule o di scuole), la cultura (es: organizzazione di recite teatrali), lo sport (es: incontri sportivi), l’animazione (es: organizzazione di campi di vacanza estive), il sociale…;

In pratica : questi campi non offrono nessuna garanzia particolare : nessun risarcimento o diritto specifico, ecc.. Soltanto le condizioni di vita sul luogo di accoglienza (alloggio, trasporto…) possono essere discusse a seconda del gruppo di giovani e delle persone associate al progetto.